LIFE + STYLE

Le stufe elettriche: una valida alternativa agli impianti di riscaldamento

Con il gelo alle porte è necessario pensar bene a come scaldarsi.
Purtroppo non tutti possono disporre di un impianto, vuoi per la struttura della casa, vuoi perché si tratta di un intervento molto dispendioso. Ma allora come scaldare casa in modo efficace e senza spendere troppo?Tra le stufe più adoperate vi sono quelle a gas che, se da un lato hanno il pregio di scaldare velocemente l’ambiente, dall’altro seccano l’aria che talvolta diventa irrespirabile se la è troppo piccola. Si aggiunge anche la questione dello spazio: le stufe a gas possono essere ingombranti e non soddisfare l’occhio.

stufe elettriche

stufa
Ben più compatte, esteticamente curate ed efficaci sono le stufette elettriche. Ce ne sono di diverse tipologie e per tutte le tasche, ma i consumi?

Stufette elettriche: quanto consumano?

Molti di noi sentendo parlare di stufette elettriche storcono il naso pensando subito alla bolletta. La verità è che anche le stufette elettriche sono state migliorate in termini di dispendio energetico.

I consumi possono variare, sopratutto a seconda di come vengono utilizzate.

Il primo elemento da tenere in considerazione sono i tempi di utilizzo. Chiaramente se necessità è quella di avere un riscaldamento acceso 24 ore su 24, la scelta di una stufa elettrica, seppur a basso consumo, non è la più indicata.

Quando è consigliata la stufetta elettrica?

Se ad esempio trascorri la maggior parte della giornata fuori casa, per lavoro e altri impegni, la stufetta elettrica è senza dubbio una buona scelta: accesa nelle ore in cui stai a casa ti permette di scaldarti in fretta e, soprattutto, senza spendere molto. Inoltre le stufe elettriche a basso consumo sono dotate di regolatore di potenza, dettaglio che ti permette di ridurre i consumi nel momento in cui reputi che la stanza sia calda abbastanza.

Vediamo un esempio concreto: quanto consuma una stufa elettrica da 2000 watt?
I consumi dipendono naturalmente anche dall’azienda fornitrice di corrente elettrica con cui hai stipulato il contratto, tuttavia di norma i costi sono di circa 20 centesimi all’ora.

Tenendo conto che la stufetta verrà utilizzata nelle ore in cui ti trovi a casa, all’incirca 4, il costo per riscaldare si aggira intorno ad 1,60 €.

Stufette elettriche: efficienti e di design

E il design? I modelli disponibili sono davvero tanti, così come gli stili, cercando di andare incontro alle esigenze di tutti anche da un punto di vista estetico. Alcune stufe non presentano un design curato, concentrandosi esclusivamente sulla funzionalità; altri modelli sono invece molto curati, con linee moderne e finiture particolari.

stufa elettrica piccola
Molto particolari sono i pannelli radianti ad infrarossi che occupano pochissimo spazio e risultano molto decorativi.
Inoltre le stufette elettriche hanno il pregio di essere compatte: si possono riporre ovunque, anche in una casa di piccole dimensioni, e non seccano l’aria.

Per saperne di più riguardo a tipologie e modelli visita il sito Stufe elettriche.

stufe elettriche a parete
Post in collaborazione con Silvia Crimi.
Immagini Design* Sponge.
Le stufe elettriche: una valida alternativa agli impianti di riscaldamento ultima modifica: 2017-10-27T10:00:29+00:00 da Benedetta
CONDIVIDIShare on Facebook1Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0

Non ci sono Commenti

Lascia una risposta

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code